5 artisti italiani contemporanei ospitati da cercarte

72729022 2780151912003714 6089857390541275136 n
L’arte creata o rappresentata dagli artisti italiani contemporanei è alcune volte chiamata arte postmoderna, tuttavia postmodernismo si può riferire sia al contesto storico che all’approccio estetico utilizzato; per di più molti lavori di artisti contemporanei non presentano quegli elementi chiave che caratterizzano l’estetica postmoderna, l’aggettivo contemporanea può quindi essere preferito perché più inclusivo.
Come nelle ricerche critiche di altre discipline comunque, il termine contemporaneo indica che il periodo di interesse e di studio in oggetto non ha esaurito le sue spinte propulsive ma che, invece, sono ben vive nel presente e proprio per questo che è di difficile definizione.
Focus su 5 artisti contemporanei italiani da scoprire, abbiamo deciso di mostrarvi le biografie e le opere di alcuni artisti ospitati sul nostro sito con particolare talento.

5 artisti italiani contemporanei da scoprire insieme.

Tra i 5 artisti contemporanei italiani che abbiamo deciso di inserire nella nostra lista compaiono talenti che rappresentano le varie discipline artistiche, prevalgono comunque come di consuetudine le due discipline più diffuse nell’arte contemporanea, la pittura e la fotografia. Artisti italiani contemporanei, elenco
20200104 110621

Marco Sciame

Marco Sciame nasce a L’Aquila dove nel 1999 si laurea all’Accademia di Belle Arti de L’Aquila, corso di Pittura. Dal 1990 al 2005 svolge l’attività di autore e disegnatore di fumetti e dal 2006 la sua ricerca si concentra sulla pittura. Nel 2011 inizia ad eseguire performance di propria regia, è vincitore del Premio Arte e del premio Biffi 2015 per il concorso della rivista Arte Mondadori .Premiato nel 2016 con la donazione dell’opera “Madre mia” collocata nella chiesa dell’ospedale di Teramo, esegue mostre celebrative per Vasco Rossi che ne firma un’opera e realizza il fumetto su Gabriele d’Annunzio per il quotidiano “Il Giornale”. Scrivono di lui Vittorio Sgarbi, Claudio Strinati, Giordano Bruno Guerri. Opere>>
artisti-italiani-contemporanei

Raffaele Aprile tra i 5 artisti italiani contemporanei

Nato a Tripoli (Libia) il 21/02/1959 vive e opera nello studio della sua abitazione ad Aprilia(LT). Dopo gli studi statali, nel 1990 segue un corso di pittura imparando le tecniche: matita, pastello, acquerello ,olio, ceramica ,tecnica mista, anatomia del corpo umano. Realizzando diverse mostre personali, collettive, e rassegne nazionali. Nelle opere di Raffaele Aprile non vi è nulla che possa ricondurre alla percezione della realtà, rendendo in tal modo il fruitore parte integrante di un sogno indefinito. Opere >>>
Arturo Semprevivo

Arturo Semprevivo

Nato a Lecce nel ’71. Vive e lavora artisticamente a Rionero in Vulture (Pz). Comincia 20 anni fa come autodidatta. Vivendo per molti anni a Bologna ha avuto però da subito la possibilità di “nutrirsi” di arte, visitando quotidianamente mostre, gallerie d’arte e fiere; stando così a contatto diretto con artisti, galleristi ed esperti del settore. Cerca quindi di carpire i segreti più nascosti dei grandi pittori che hanno fatto e fanno grande la storia dell’arte, soprattutto quella astratta/informale . Opere >
Emilia Cotza

Emilia Cotza – Pittori contemporanei

Nel nostro focus di artisti contemporanei italiani Emilia Cotza, nata nel 1977 in un piccolo paese del sud Sardegna, affascinata sin da piccola dal mondo dell’arte, si appassiona alla pittura già in tenera età. Per vari problemi non frequenta nessuna scuola d’arte e si diploma ragioniera. Dopo una pausa durata circa 20 anni ricomincia a dipingere nel 2015, in stile realistico, paesaggi, ritratti e nature morte. Opere >>>
Vincenzo Amicone

Vincenzo Amicone

Vincenzo Amicone nasce ad Antwerpen (Belgio) il 21 settembre 1969, studia presso: L’Accademia delle Belle Arti di Roma “corso di nudo quadriennale”. Per dare un senso alle sue opere “compresse” o “ondulate”, Amicone dice che bisogna balzare nel mondo dell’immagine decostruita e delle prime avanguardie storiche, a cominciare dagli stili analitici degli artisti francesi e italiani della seconda metà il XIX secolo e l’inizio del XX secolo: macchiaioli, impressionisti, divisionisti e divisionisti, cubisti, futuristi e così via. Opere >>>

Articoli Correlati

Risposte

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.